Articoli Currently viewing the category: "Le Nostre Storie"

Da Luanda a Roma, per stare con i ragazzi

Pubblicato il:

Carlos fa l’eucatore nella Casa famiglia del Borgo ragazzi Don Bosco. Dopo un percorso iniziato nel 1984, a 13 anni, a Luanda, in Angola, Carlos è diventato un punto di riferimento fondamentale per tanti ragazzi...

Era il 1984 e Carlos aveva 13 anni, quando ha incontrato Suor Elsa, una figlia di Maria Ausiliatrice che lavorava nelle periferie di Luanda, la capitale dell’Angola. Suor Elsa lo ha invitato all’oratorio, e così è iniziato il percorso formativo e spirituale che gli avrebbe cambiato la vita. Oggi Carlos De Oliveira Soma vive…(Read More)

Come siamo arrivati in serie C

Pubblicato il:

Prima il minibasket e poi la squadra ... il lavoro di Lorenzo Fontana, dirigente volontario al Borgo Ragazzi don Bosco

Sono il responsabile della Sezione Basket della Polisportiva del Borgo Ragazzi Don Bosco. Sono arrivato al Borgo nel 1985, all’età di 6 anni, perché volevo seguire le orme di mio fratello, che aveva giocato a basket proprio qui. La prima persona che incontrai fu naturalmente Nicola Silvi, che allora era un allenatore di basket…(Read More)

Lo stile salesiano mi dà qualcosa in più

Pubblicato il:

Silla, animatrice dell'oratorio, racconta di come è arrivata al Borgo Ragazzi Don Bosco e della sua esperienza con i ragazzi: è bellissimo scoprire che ogni volta si riceve tantissimo da loro!

«Sono Silla, un’animatrice del Borgo Ragazzi Don Bosco. Principalmente mi occupo della formazione dei ragazzi del biennio, e poi mi dedico all’assistenza del cortile. Ho conosciuto il Borgo frequentando il catechismo e da  lì, poi, tutti i gruppi che mi proponevano. Ho iniziato a fare l’animatrice, più o meno, 10 anni fa…(Read More)

… e per compenso il sorriso di un bambino

Pubblicato il:

La storia di come Marco, entrato al Borgo per giocare, è diventato animatore.

«Entrare al Borgo è stato facile: ci abito di fronte. Ma non è per niente scontata la scelta di volerci rimanere: è un impegno che ti coinvolge a 360°, ma ti riempie di gioia! Raccontare la mia storia, soprattutto di questi ultimi anni, senza fare riferimento al Borgo Ragazzi Don Bosco sarebbe semplicemente impossibile; dire…(Read More)

Bisogna saper gestire le situazioni

Pubblicato il:

La testimonianza di Marinella, barista del Borgo don Bosco.

«Sono Marinella, ho 54 anni e lavoro al bar del Borgo Ragazzi Don Bosco. Ma la mia esperienza nel Borgo è cominciata 40 fa, quando all’età di 14 anni, avendo un fratello che giocava a calcio nella Polisportiva, venivo a seguire le sue partite…  Qui si è formata la mia prima comitiva da ragazza.Si pu…(Read More)

Volevo venirci solo 2 o 3 volte …

Pubblicato il:

Impressioni sui primi giorni al Centro Diurno del Borgo Ragazzi Don Bosco.

La mia prima impressione appena arrivata è stata di divertimento nel senso “imparare divertendosi”, perché da come mi hanno raccontato che non ci sono presidi e professori è più tranquilla e non mi sento a disagio, perché anche gli altri devono recuperare come me. Il primo giorno del centro mi è piaciuto, ho gli amici…(Read More)

Le crisi fanno crescere

Pubblicato il:

Accogliere non basta. Occorre voler bene, ricostruire speranze, aprire il futuro, insegnare a stare nelle relazioni.

Sono passati 13 anni, nei quali abbiamo accompagnato più di 50 ragazzi. Molti di loro, in questi anni, ci hanno dato dei rimandi positivi che ci fanno ben sperare: “Il clima è realmente familiare”; “ la Casa Famiglia è un luogo di cura e di ascolto”; “gli educatori, pur svolgendo un incarico professionale, ci vogliono bene…(Read More)