ESSERE UNA FAMIGLIA SOLIDALE È SEMPLICE

Isabella e Alessandro Schedid fanno parte del Movimento Famiglie Affidatarie e hanno scelto di affiancare una famiglia in difficoltà. «Come famiglia abbiamo sempre pensato di lasciare la porta e il cuore aperti all’accoglienza. Così piano piano ci siamo messi in cammino… continua la lettura »

… E PER COMPENSO IL SORRISO DI UN BAMBINO

La storia di come Marco, entrato al Borgo per giocare, è diventato animatore. «Entrare al Borgo è stato facile: ci abito di fronte. Ma non è per niente scontata la scelta di volerci rimanere: è un impegno che ti coinvolge a 360°, ma ti riempie di gioia! continua la lettura »

BISOGNA SAPER GESTIRE LE SITUAZIONI

La testimonianza di Marinella, barista del Borgo don Bosco. «Sono Marinella, ho 54 anni e lavoro al bar del Borgo Ragazzi Don Bosco. Ma la mia esperienza nel Borgo è cominciata 40 fa, quando all’età di 14 anni, avendo un fratello che giocava a calcio nella Polisportiva, venivo a seguire le sue partite… continua la lettura »

VOLEVO VENIRCI SOLO 2 O 3 VOLTE…

Impressioni sui primi giorni al Centro Diurno del Borgo Ragazzi Don Bosco. La mia prima impressione appena arrivata è stata di divertimento nel senso “imparare divertendosi”, perché da come mi hanno raccontato che non ci sono presidi e professori è più tranquilla e non mi sento a disagio, perché anche gli altri devono recuperare come… continua la lettura »

LE CRISI FANNO CRESCERE

Accogliere non basta. Occorre voler bene, ricostruire speranze, aprire il futuro, insegnare a stare nelle relazioni. di Luciano Balducci Coordinatore della casa Famiglia Borgo Don Bosco Sono passati 13 anni, nei quali abbiamo accompagnato più di 50 ragazzi. Molti di loro, in questi anni, ci hanno dato dei rimandi positivi che ci fanno ben sperare: “Il… continua la lettura »