Immigrazione: senza un accordo europeo la situazione non può migliorare

Pubblicato il:

Il 9 gennaio scorso sono sbarcati nel porto di Malta i 49 migranti che per 19 giorni sono rimasti a bordo delle navi delle ong Sea Watch e Sea Eye . Si tratta di uomini, donne e bambini che verranno ridistribuiti in otto Paesi europei tra cui l’Italia.
Gli otto paesi Ue che hanno confermato la propria disponibilità al ricollocamento dei migranti a bordo della Sea Watch sono Germania, Francia, Portogallo, Irlanda, Romania, Lussemburgo, Olanda e Italia e siamo di certo lieti di questa dimostrazione di solidarietà e di collaborazione tra i Paesi Europei.

Continua a leggere