Area Emarginazione e Disagio “Rimettere le Ali”

L’area educativa emarginazione e disagio, denominata “Rimettere le Ali” Accoglie i giovani di età compresa tra gli 12 e 21, in situazioni di disagio conclamato attraverso progetti educativi personalizzati e flessibili rispetto alla variabilità del bisogno.

Comprende diverse proposte educative: il Centro Accoglienza Minori (centro diurno polifunzionale), la Casa Famiglia, il Movimento Famiglie Affidatarie e Solidali, l’S.O.S. AscoltoGiovani, il gruppo di volontariato Sahara Libre.

Scarica la CARTA DEI SERVIZI AREA

La Casa Famiglia ed il Centro Diurno per venire incontro alle diverse necessità dei ragazzi, hanno attivato anche progetti specifici, quali:

  • progetto ponte (accompagnamento educativo personalizzato);
  • semiautonomia (accompagnamento educativo verso l’autonomia);
  • semiresidenzialità.

L’esperienza dell’Area Rimettere le Ali

  • 220 i minori a rischio di disagio sociale che ogni anno ottengono beneficio dalle pratiche educativo-formative dell’area;
  • 1.765 i minori accolti e sostenuti dal 2001;
  • 100 i volontari che ogni anno si spendono nelle attività dell’area;
  • 55 le Famiglie Affidatarie e Solidali;
  • 37 i professionisti che operano all’interno dell’area a favore della sana e corretta crescita dei minori.

Laboratori formativi per operatori

E' iniziata la formazione dei volontari e tirocinanti per il nuovo anno sociale.

Per informazioni e date scarica la brochure.