Network Care: ripartiamo dai ragazzi

Al via il progetto “Network Care: ripartiamo dai ragazzi”, finanziato dal Dipartimento per le politiche della famiglia. Il progetto, che vede coinvolti bambini e ragazzi dagli 8 ai 17 anni, ha come obiettivo quello di sostenere in modo integrale la crescita dei giovani, soprattutto i più poveri, tenendo particolarmente in considerazione, l’aspetto socio-educativo di ogni

Omaggio al Maestro

Vogliamo ricordare il Maestro Gigi Proietti con le parole che ha dedicato ai ragazzi poveri del Borgo don Bosco, durante i festeggiamenti del 70esimo dell'Opera: «Voglio darvi un segno della mia affettuosa condivisione.Apprezzo profondamente la vostra esperienza di vita, di lavoro e di speranza!Speranza vissuta insieme ai vostri educatori che vi aiutano a trovare e

La sfida di restare CONNESSI ai bisogni dei ragazzi

Il Borgo Ragazzi don Bosco ha incontrato il mondo virtuale dei social in un interessante seminario “Social e adolescenza” tenutosi qualche giorno fa. L’incontro è stato condotto da Giovanni Fasoli, docente di Psicologia dell’adolescenza e psicopatologia della realtà virtuale presso lo IUSVE. La riflessione generale che ha guidato l’incontro è stata rivolta alla relazione con

Un’estate #FuoriFase

Si è conclusa sabato scorso la manifestazione del Borgo Estate: una delle poche attività estive del Borgo Ragazzi don Bosco ripartite dopo il lockdown. Seppur in forma ridimensionata, non è mancato il servizio di animazione e intrattenimento serale rivolto alle famiglie e ai giovani del territorio, e ha portato con sé la stessa passione di

UN INSOLITO PASSAGGIO

Vi confesso che immaginavo una Pasqua diversa. Immaginavo un tempo nel quale ci saremmo rivisti, salutati, abbracciati e augurati con gioia e riconoscenza una Buona Pasqua. Sicuramente la situazione che stiamo vivendo in questi giorni, nessuno di noi l’aveva immaginata e prevista e questo ci sconvolge un po’ tutti. Però, anche in questa situazione la

WE ARE, WE SHARE, WE CARE

Il nostro mondo appare come un grande villaggio globale, dove tutto è interconnesso e in relazione. A livello internazionale, vengono stipulati dei patti per trovare punti comuni e cammini condivisi, allora perché non elaborare un grande patto educativo globale? Questa è l’idea di Papa Francesco, lanciata per la giornata del prossimo 14 Maggio, con l’invito

Titolo

Torna in cima